Lista completa degli artisti

Antimo Bertolino

Mi piace definire il mio luogo di lavoro una “bottega” e amo definirmi un artigiano.

Antonino Amato

Cerco l’onesto mestiere del comunicare. Il rivelarsi di una realtà e l’emozione che sta nell’esistenza. Propongo la nostalgia di uno sguardo che vede, la gioia di sapere che ho visto “cose” che si sono impresse nella mia memoria: ora sarà anche la vostra.

Chantal Criniti

Vivo la pittura come una costante indagine sul concetto di impermanenza e di transitorietà cui è soggetta l'intera esperienza umana.

Damiano Clemente

Poche linee essenziali per imprimere su carta l' armonia del corpo. Un gioco di tratti grafici e pennellate di pieno colore, per definire volti dagli sguardi fieri ed austeri. La bellezza ai tempi dell' arte Greca tradotta in chiave moderna.

diego giannettoni

Creare mondi impossibili per suggestioni possibili.

Diego Randazzo

La ricerca artistica di Diego Randazzo è un viaggio sinestetico tra tecniche e modalità espressive differenti per tipologia e contesto. Inganno, percezione e rimediazione sono i concetti chiave attorno a cui ruota tutta la poetica dell’artista.

Federico Vacca Massaro

Analogique... numérique... équilibre! Balance is the key. “Everybody has the ability to hover. Naked we’re all the same. However the Libra blocks our path, impeding a liberated flight.” 2001©FVM_Scales: Fresh Meat On Sale

Francesca Adriana D'Anza

La mia ricerca nasce dall'esperienza vissuta nel mare del Cilento, immersa nei blu ho perso me e ritrovato un Tutto. La mia arte cerca di esprimere questo. Corpi che galleggiano, sprofondano, si con-fondono nella materia, affiorano dai raggi di luce.

Gennaro Barci

Dopo una prima fase di gestualità pittorica, il colore impresso su un supporto plastico viene modellato: il pensiero, partorito dal gesto pittorico, conquista lo spazio e diventa forma.

giovanni dal sasso

Mi piace l’idea che un oggetto, che per sua natura ha una matrice molto rigida e precisa, possa essere sconvolto a tal punto da perdere la sua funzione per cedere il passo a qualcosa di molto meno concreto, immaginifico.”

Golsa Golchini

" i saw you in a world where no one was able to see" My project consists in illustrations of our world. I'm an artist who is totally at the service of an invisible world. full of colours and movements.

Laura Bignamini

Con il mio lavoro voglio indagare le diverse possibilità e mezzi per riuscire a trasmettere sensazioni diverse e trasportare i fruitori delle mie opere in altre dimensioni di introspezione.

Marcelina Braga

Una ricerca che transita tra tematiche identitarie, migratorie e sociali. Interessata al rapporto tra identità virtuale, memoria affettiva e luogo di appartenenza, Marcelina esplora il mondo e lo traduce utilizzando diverse tecniche artistiche.

Mariacristina Cavagnoli

Nelle sue opere monocrome, eseguite completamente a matita, Mariacristina trova la strada che le consente di aprire gli sfondi, attuando possibili realtà. La sua ricerca è incentrata sull’uomo e il suo esistere. “Volevo creare un mondo, il mio mondo”.

Marta Longa

Le opere di Marta Longa mettono in scena l'aporia post-moderna attraverso un gioco di metafore, paradossi e rimandi dalla sociologia alla filosofia, sviluppando la sua ricerca artistica intorno all'esistere nel mondo odierno

Michela Zanini

I suoi lavori sono caratterizzati dall’utilizzo della geometria come modalità espressiva per trattare temi che si sviluppano principalmente a partire da concetti e componenti scientifico-matematici.

Nata Toja

Opere fotografiche / pittoriche nate da un gruppo di artisti

Niccolò Franceschini

Niccolò Franceschini, designer graduated in Design at the Faculty of Architecture. Since 2012, in his studio,through multiple interests and instincts, Niccolò, is continuously confronted with projects of design, video and graphic art.

Pietro Mancini

Tramite tecnologie digitali ed elementi materici, presenta la sua individuale invasione del "segno" nella fotografia e della luce nella materia, creando connessioni sensoriali, per condurci verso altre dimensioni comuni all'essere umano.

Rebecca Bergonzi

Progetto Listen what I see, letteralmente ascolta ciò che vedo, un progetto nato con l'ambizione di far conoscere all'osservatore un mondo diverso, creativo e quasi fantastico, in grado di trasmettere emozioni differenti ad ogni spettatore.

Riccardo Gatti

Non vogliamo riprodurre, vogliamo essere natura che crea nuove forme

rossella barbante

La mia ricerca indaga il paesaggio interiore. Questi luoghi dell'immaginario rappresentano un punto di incontro tra il mondo interiore ed il mondo esteriore, un territorio costituito a partire dalla memoria evocativa.

Silvia Montevecchi

Cerco di fare mio tutto ciò che mi tocca tanto nel profondo da ispirarmi, lascio che si fonda con la mia immaginazione e tento di fotografare ciò che nasce da questo incontro.

simone mangione

Il lavoro consiste nell’individuazione dei rapporti di forza e tensioni latenti che soggiacciono e animano la struttura del mondo fisico e sociale.